fbpx
Blog pirata In Evidenza

Piketty rifiuta la censura. Non sarà più pubblicato in Cina.

lo leggi in < 1 minuto

Rifiutando la richiesta di Pechino di cancellare i contenuti – l’economista francese potrebbe non essere in grado di pubblicare il suo libro in Cina.

Piketty ha pubblicato nel 2013 “Capital in the Twenty-First Century” che nel 2014 ottenne il record di vendite globali. Piketty criticava profondamente il capitalismo occidentale negli Stati Uniti e in Europa. All’epoca, il governo cinese lodò fortemente questo libro di 700 pagine. Oggi Piketty ha fatto sapere che il suo nuovo libro, “Capital and Ideology”, sarà impossibile da pubblicare in Cina, poiché ha respinto la richiesta, da parte dell’editore cinese, di cancellazione di una parte del libro.


“Capital and Ideology” è stato pubblicato in Francia l’anno scorso. La versione inglese è stata stampata a marzo negli Stati Uniti. Il contenuto descrive il regime di disuguaglianza in diversi periodi e in diverse parti del mondo, estendendo la ricerca sulla disuguaglianza economica in paesi non occidentali come la Cina e l’India. Un’ampia parte del contenuto
si concentra sulla Cina e sul suo socialismo con caratteristiche capitalistiche.

Anche in Cina era prevista la pubblicazione di “Capital and Ideology”. Tuttavia, l’editore cinese, CITIC Press Group, ha inviato due elenchi di 10 pagine all’editore francese Les Editions du Seuil, chiedendo di eliminare queste sezioni sia in inglese che in francese.

Piketty ha detto che il contenuto richiesto per essere cancellato includeva la precisazione che “il divario tra ricchi e poveri della Cina è cresciuto con estrema rapidità” e che il divario tra ricchi e poveri si è avvicinato a quello degli Stati Uniti. Ha anche sottolineato che la Cina non ha istituito un’imposta di successione per determinare un’elevata concentrazione di ricchezza. Ha scritto nel libro che se “un paese che è guidato dal Partito Comunista e afferma di aderire al socialismo con caratteristiche cinesi effettivamente ha fatto una tale scelta è davvero una contraddizione”. Inoltre, CITIC ha anche chiesto la cancellazione di contenuti che criticano il governo cinese nel libro, incluso che il governo cinese “non ha dimostrato di essere superiore al sistema elettorale democratico occidentale”.

Piketty ha descritto la richiesta di eliminare il contenuto come “ridicola”, e che equivale a un sistema di censura, “Non dovrebbero aver paura di questo tipo di libro. Questo è un segno di debolezza … mi hanno chiesto di eliminare questo (contenuto) e pubblicare solo il resto. Così il resto non ha senso. Se accetti questi requisiti, equivale a fare un compromesso con il regime e sei disposto a diventare uno strumento di propaganda”.


Fonte: Apple Daily #Sep02