Partito

Statuto

Lo statuto è il nostro atto di nascita, che stabilisce scopi e finalità e regola la vita interna ed il funzionamento del Partito Pirata Italiano 

Manifesto

Rappresenta il nostro “Testo Sacro” Il Codice dei Pirati – Pirates without Borders

Regolamenti

Ogni decisione approvata si inserisce in un insieme di regolamenti che normano la vita del Partito

Approfondisci

Partecipa

Per aderire al Partito Pirata è necessario venire “certificati” di persona da altri pirati negli incontri fisici sul territorio o utilizzando la Certificazione remota  (con verifica tramite videochiamata) percorsi elaborati per garantire la riservatezza dei dati, la sicurezza e la legittimità democratica dell’Assemblea Permanente (un voto una persona reale);

infatti con la qualifica di socio si acquista il diritto di partecipare all’Assemblea Permanente (l’insieme di TUTTI gli iscritti),  ottenendo l’accesso alla piattaforma online Liquid Feedback, strumento decisionale del Partito Pirata Italiano

Approfondisci

Storia

Il Partito Pirata Italiano nasce per volontà di un gruppo di attivisti iscritti alla mailing list “no1984.org”.

Nella mailing list “no1984.org” nell’aprile del 2006 si discuteva dei problemi che possono sorgere con tecnologie quali i DRM e il Trusted Computing che in quel momento sembrava potessero avviare la nostra società nel solco del romanzo “1984”.

In quel periodo arriva la notizia che Rickard Falkvinge, in Svezia, ha messo in Rete il sito Piratpartiet.se, per difendere The PirateBay, un sito, anch’esso svedese, che ospita magnet link e .torrent file che permettono agli utenti di condividere contenuti tramite BitTorrent e che è accusato di violare il copyright.

Approfondisci

Close Windows, Open Doors

Aderisci anche tu alla campagna "Update from Windows".
Torna libero: passa a Linux.

Ultime notizie & novità

Rassegna stampa e Approfondimenti

20 modi in cui abbiamo perso la privacy

20 modi in cui abbiamo perso la privacy

Pubblicato il 21-01-19

Postini che aprono la nostra corrispondenza per controllare se all’interno delle buste non ci sia materiale che viola la proprietà intellettuale di qualcuno. Proprietari di bar che vengono multati o mandati in carcere se qualche cliente affigge messaggi...

Leggi tutto
Il M5S sdogana le spie di condominio

Il M5S sdogana le spie di condominio

Pubblicato il 20-01-19

L’ultima trovata del Movimento 5 Stelle in materia di Reddito di Cittadinanza è quello di incoraggiare gli italiani alla delazione. Intervistato da Maria Latella, Stefano Buffagni, sottosegretario M5S al ministero per gli Affari regionali, ha spiegato...

Leggi tutto
La riforma del copyright slitta, non c’è accordo sul negoziato

La riforma del copyright slitta, non c’è accordo sul negoziato

Pubblicato il 19-01-19

di Julia Reda Oggi il Consiglio ha respinto con fermezza il mandato negoziale che avrebbe dovuto definire la posizione degli Stati membri, in vista di quella che doveva essere la tornata negoziale finale con il Parlamento europeo, racconta il sito politico.eu. I...

Leggi tutto
Monopolio in cambio di censura. Così nacque il copyright

Monopolio in cambio di censura. Così nacque il copyright

Pubblicato il 17-01-19

Coloro che si oppongono alla direttiva europea sul copyright (approvata il 12 settembre 2018) contestano in particolare due articoli: l’11 e il 13. Quest’ultimo, in particolare, introduce i famigerati filtri in upload sul materiale caricato dagli...

Leggi tutto
Dove la marijuana è legale: i numeri

Dove la marijuana è legale: i numeri

Pubblicato il 13-01-19

In questi giorni si è tornati a parlare di cannabis, con un post sul blog di Grillo (da poco convertitosi alla scienza) sulla necessità di legalizzarla e il seguente botta e risposta tra M5S e la Lega di Salvini, che ha subito tuonato che il provvedimento “non...

Leggi tutto
Attenti Gilet Gialli, Rousseau è un cavallo di Troia

Attenti Gilet Gialli, Rousseau è un cavallo di Troia

Pubblicato il 10-01-19

Comunicato stampa Roma_ Il Partito Pirata rivolge un appello ai Gilet Gialli e li esorta a seguire il consiglio di Jacline Mouraud, che ha giustamente fatto notare l’inappropriatezza dell’offerta di far utilizzare la piattaforma Rousseau al movimento...

Leggi tutto

Il Programma dei Pirati

Dalla trasparenza dello Stato ai diritti civili digitali.