Home - ultime notizie Primo piano

«Dopodomani TNT chiude. Perderemo tutto come Myspace?»

Riceviamo e volentieri ripubblichiamo (fonte: http://scambioetico.org/20190332-perderemo-tutto-come-myspace.html)

Luigi Di Liberto, responsabile di TNT Village, l’unica piattaforma al mondo di scambio etico ha dichiarato:

«Myspace ha perduto 50 milioni di contenuti per un banale errore tecnico. Conoscenza che è sparita, forse per sempre, dalla Terra. Potete considerarlo con sufficienza e farci battutine, ma a guardarlo nella giusta prospettiva è un olocausto della memoria per tutti. Internet ha reso vivo e vitale il mantra di McLuhan «il mezzo è il messaggio» ma anche nelle sue inattese conseguenze: se sparisce il mezzo non esisterà più il messaggio.

È quello che a breve avverrà a TNT Village che conserva la conoscenza su 150.000 release, ordinate, commentate, curate, da un gruppo di moderni bibliotecari della conoscenza, che a spese proprie e rischiandio di persona, mettono a disposizione di tutti la conoscenza su quello che gli italiani vogliono condividere, proprio mentre i bibliotecari pagati con soldi pubblici accettano l’abbraccio (per loro mortale) degli editori.

Più di 1.300.000 italiani hanno scelto di iscriversi a TNT Village, sebbene potessero scaricare liberamente senza neppure farlo, e molti ci chiedono quotidianamente di farlo da quando abbiamo chiuso le iscrizioni perché i nostri server non reggono più il carico.

Ma se la sorte di TNT Village è segnata non ce ne andremo senza lottare per i diritti dei cittadini alla loro memoria, per il Diritto e per la legge, come stiamo facendo da 14 anni con l’aiuto di tutti quelli che non si sono lasciati intimorire dalle aggressioni legali che abbiamo sopportato.

TNT Village non ha perduto fino ad oggi le sue release, ma dopodomani lo farà. Seguendo l’esempio di Wikipedia tedesca (ma Wikipedia Italia che fa? Ancora non si sa!) anche TNT Village chiuderà le sue pagine e oscurerà la release list e il tracker per la manifestazione internazionale per salvare Internet. Anche TNT Village questa primavera vuole salvare Internet.

La riforma europea sul copyright rappresenta una grande minaccia per il libero scambio di opinioni e cultura online. Il 23 marzo 2019, ci uniremo al giorno di protesta in tutta Europa contro i pericoli di questa riforma.

L’articolo 13 porterà all’applicazione di filtri costosi e inclini all’errore, poiché l’identificazione preventiva di presunte violazioni del copyright non è fattibile in altro modo, anche se il termine “filtro di upload” non è utilizzato esplicitamente nella formulazione della legge.

I filtri di upload bloccheranno le espressioni legali di opinione e contenuti creativi, in quanto i sistemi automatici non sono in grado di distinguere accuratamente gli usi legittimi dalle violazioni del copyright. Le salvaguardie previste non sono sufficienti a prevenire questo tipo di filtraggio errato.

Le piattaforme più piccole, e certamente TNT Village, vedrebbero minacciata la loro esistenza, in quanto molte di esse rientrano nel campo di applicazione degli articoli 11 e 13 (o devono almeno temere di essere incluse), indipendentemente dal fatto che le violazioni del diritto d’autore costituiscano un problema su questi siti e applicazioni o che dispongano delle risorse necessarie per adempiere effettivamente ai nuovi obblighi imposti.

Sosteniamo i diritti di tutti i creativi e siamo a favore di un diritto d’autore moderno e di una regolamentazione democratica dei giganti digitali che dominano il mercato. La riforma nella sua forma attuale farà più male che bene ai cittadini dell’Unione europea. Pertanto deve essere respinta.

Invitiamo i deputati al Parlamento europeo a votare contro gli articoli 11 e 13.

Sostieni il nostro appello, organizziamo proteste locali e uniamoci a questo movimento civico europeo.

Una panoramica delle proteste previste è disponibile qui: https://savetheinternet.info/

Intanto io mi impegnerò in prima persona.

Spero in un tuo aiuto!»

Luigi Di Liberto


TNT Village è l’unica piattaforma al mondo di scambio etico per le opere della conoscenza umana.

TNTvillage è nato per affermare il diritto e sostenere la legge: è l’affermazione politica dei cittadini della rete che non accettano di essere meri consumatori di un mercato costruito sullo sfruttamento.

TNTvillage è nato per affermare il diritto dei cittadini di preservare, curare e condividere la conoscenza, come diritto fondamentale dell’Uomo nella società della conoscenza.

Per informazioni: http://scambioetico.org

Il forum: http://forum.tntvillage.scambioetico.org

La release list: http://tntvillage.scambioetico.org/?releaselist.php