Manifesto

MANIFESTO DEL PARTITO PIRATA

IN VIGORE DAL 28/05/2015

 

PREAMBOLO

 

In un contesto in cui rispondere alle sfide sociali ed ambientali e combattere le diseguaglianze diventa sempre più urgente, è necessario organizzarsi e stabilire una linea d’azione condivisa.

Prima che le nuove forme di economia e produzione distribuite vengano assorbite e distorte, generando solamente nuove forme di sfruttamento.

Prima che le emergenze ambientali vengano sfruttate da pochi invece che essere affrontate nell’interesse comune.

Vogliamo gestire collettivamente le risorse, senza rinunciare alla libera iniziativa e senza continuare a sperare che vivere in competizione gli uni contro gli altri possa portare beneficio anche all’intera società.

Vogliamo dare spazio all’individualità ed alla creatività, senza che questo significhi egoismo miope.

Vogliamo liberare la conoscenza, condividerla, elaborarla e poi condividerla ancora per un’evoluzione continua verso un mondo migliore.

 

CONOSCENZA

 

Liberiamo la conoscenza!

Agire in modo informato ed in trasparenza consentirà alla collettività di raggiungere risultati superiori a quanto non sia possibile fare agendo secondo una logica di egoismo ed individualismo.
Per questo liberare la conoscenza è un obiettivo centrale, da perseguire tramite l’istruzione, la libertà di informazione e la trasparenza dei meccanismi decisionali della collettività.

L’istruzione, l’informazione e più in generale la conoscenza non possono e non devono essere limitate o confinate in logiche privatistiche, pena diseguaglianze ed ingiustizie.

La creazione di conoscenza dev’essere coltivata e tutelata, in quanto indispensabile per l’evoluzione culturale e sociale, l’innovazione e la libertà.

 

CONDIVISIONE

 

Intendiamo perseguire e realizzare strutture aperte e paritarie che formino una rete distribuita per la gestione della società e dell’economia.
Viviamo una realtà in cui tutti siamo al tempo stesso creatori e fruitori, vogliamo che ci sia riconosciuta nei fatti questa condizione, uscendo dalle logiche dello sfruttamento e del consumismo.

Ricerchiamo il superamento del dualismo tra pubblico e privato, rafforzando la strada della gestione partecipata delle risorse come beni comuni.

Riteniamo che solamente in una società inclusiva, cooperativa e solidale, che consenta di emanciparsi dalla preoccupazione per i bisogni primari, possa svilupparsi e realizzarsi appieno l’individuo.

Le ricchezze non sono sparite: sono mal distribuite e mal gestite.
Tocca a noi perseguire una radicale riforma dell’economia che attui una redistribuzione più equa, penalizzando le rendite parassitarie ed immeritate ed i monopòli.

 

LIBERTÀ

 

Le libertà individuali non devono essere limitate se non dalla tutela degli altrui diritti e dei beni comuni.

Possiamo ottenere risultati complessivamente migliori collaborando invece di perseguire solamente obiettivi egoistici.
Diventandone consapevoli possiamo educarci all’autolimitazione della libertà individuale ed alla collaborazione e solidarietà, in una società che si ricostruisce in una democrazia partecipativa.
Gli individui e la comunità genereranno in questo modo anticorpi contro diseguaglianze ed ingiustizie.

La diversità è una risorsa preziosa. La contaminazione genera confronto, conoscenza, idee, innovazione. Le differenze sono il motore del mondo e senza di esse non esiste libertà.

 

Questo documento è stato approvato democraticamente dall’Assemblea Permanente del Partito Pirata.

 

 

 

Flattr this!