Colonialismo e tecnologia: lo strano caso dei domini .io

Data: Aprile 14, 2021 alle ore 7:00 pm - 8:30 pm

Aggiungi questo evento al tuo calendario 📅 iCal | webcal | 0


Come sono legati colonialismo e tecnologia? Ecco lo strano caso dei domini .io.

Il 28 gennaio 2021, il Tribunale di diritto marittimo delle Nazioni Unite ha definitivamente stabilito che la Gran Bretagna non ha sovranità sulle isole Chagos. La decisione dei giudici conferma una sentenza della Corte internazionale di giustizia (CIG) e un voto dell’Assemblea generale dell’ONU. Il governo inglese non sembra però intenzionato a cedere.

Ciò che lega Colonialismo e tecnologia nello strano caso dei domini .io nasce da questo. Il Top Level Domain (TLD) .io appartiene al Territorio Britannico dell’Oceano Indiano (British Indian Ocean Territory) ed è gestito da un’azienda britannica.

Questa strana nazione non indipendente è costituita da una cinquantina di piccole isole e atolli strette attorno alla più grande e centrale isola di Diego Garcia. A Diego Garcia poco più di cinquant’anni fa è stata costruita una delle più grandi basi militari americane oltre-oceano. E questo è parte del problema.

Leggi la storia completa su Agenda Digitale:
La storia dei chagos – Boicottati i domini .io, una brutta storia di colonialismo sulla rete

La campagna del Partito Pirata – Colonialismo e tecnologia: lo strano caso dei domini .io

Modera: Aldo Pazzaglia
Ospiti:

Cornelia I. Toelgyes
Vicedirettore di Africa Express.

Michele Tedeschini
Ricercatore presso l’Università di Duisburg-Essen e presso l’Institute for Global Law and Policy alla Harvard Law School

Emmanuele Somma
Tesoriere del Partito Pirata

considerazioni finali

Maria Rosaria lo Muzio
Segretario del Partito Pirata

Aggiungi questo evento al tuo calendario 📅 iCal | webcal | 0

Lascia un commento

Articoli correlati

No Related Post