A Udine con Antonio Sortino

A Udine con Antonio Sortino

Udine

Il prossimo 29 aprile a Udine si terranno le elezioni amministrative; come Partito Pirata saremo presenti a questa tornata schierando Antonio Sortino, candidato al Consiglio comunale per la lista civica SinistrAperta, che sostiene il candidato sindaco Vincenzo Martines.

L’appoggio ad Antonio Sortino è parte integrante del progetto del Partito Pirata di declinare a livello locale, e all’interno della coalizione, le battaglie storiche del movimento internazionale pirata: la trasparenza delle istituzioni, la lotta alla corruzione, il diritto di accesso alla Rete, la partecipazione dei cittadini alla vita politica, l’adozione di strumenti e metodi Open Source per rendere la conoscenza un Bene Comune. Si punta inoltre a far radicare sull’intero territorio nazionale una realtà politica che, negli ultimi anni, si è diffusa in altri Paesi europei (in particolare l’Islanda e la Repubblica Ceca), che ha esponenti in alcuni Parlamenti nazionali e nel Parlamento Europeo e che porta avanti importanti lotte democratiche per i diritti sociali e civili.

Vogliamo portare in Comune -afferma Antonio Sortino- le istanze del Partito Pirata: Udine deve avere una amministrazione trasparente e le decisioni di questa devono essere partecipate. Proponiamo la diffusione dell’Open Source negli uffici comunali e nelle scuole, la presenza di reti Wireless comunitarie, la diffusione di sistemi online di partecipazione e di controllo da parte della cittadinanza come Open Municipio.

Chi è Antonio Sortino

Antonio Sortino

Antonio Sortino

Antonio Sortino è insegnante di sostegno nella scuola secondaria di primo grado e docente incaricato esterno presso l’Università di Udine. In questo Ateneo frequenta inoltre il master in Organizzazione e gestione delle Istituzioni scolastiche in contesti multiculturali.

Il suo impegno politico negli ultimi anni si è espresso in particolare con la lotta per la scuola bene comune, contro la Legge 107/2015 conosciuta anche come Buonascuola e per i diritti e la stabilizzazione dei docenti precari. Ha sostenuto la LIP – Legge di iniziativa popolare per la scuola della Repubblica – scritta collettivamente da insegnanti e personale tecnico-amministrativo proveniente da tutta Italia, e ha aderito come attivista al gruppo udinese di Adotta la LIP.
Il 5 maggio 2015, in occasione dello sciopero generale dei lavoratori della scuola contro la riforma scolastica del Governo Renzi, ha contribuito a organizzare a Udine una grande, colorata manifestazione di protesta che ha visto la partecipazione di circa 800 cittadini.

La manifestazione udinese in piazza Libertà contro la Buona Scuola

La manifestazione udinese in piazza Libertà contro la Buona Scuola

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Flattr this!