Gestione dei rifiuti – Strategia “Rifiuti Zero”

Gestione dei rifiuti – Strategia “Rifiuti Zero”

Il Partito Pirata sostiene ufficialmente la Legge di Iniziativa Popolare “Rifiuti Zero” promossa dall’associazione ZeroWaste.
Per questo motivo, tramite approvazione assembleare, è stato inserito nel programma il seguente punto:

La salvaguardia dell’ambiente in cui viviamo passa anche da una corretta gestione dei rifiuti.
Il Partito Pirata individua pertanto nella strategia “Rifiuti Zero” – proposta dall’associazione Zero Waste e tradottasi in una Legge d’Iniziativa Popolare – la via da seguire nei Comuni d’Italia.
Tale strategia, anziché preoccuparsi di come smaltire il rifiuto DOPO che esso è stato generato, agisce a monte del problema, cercando di ridurre al massimo la quantità di rifiuti non differenziabili, attraverso pratiche semplici e di buon senso, tra cui:

  1. L’adozione della raccolta differenziata domiciliare
  2. Una moratoria per l’incenerimento e la combustione di rifiuti, evitando di considerare gli inceneritori come fonti di energia pulita
  3. L’incompatibilità fra gestione della raccolta, gestione dello smaltimento e gestione del riciclaggio
  4. L’introduzione della tariffa puntuale sui rifiuti (si paga in base a quanto rifiuto residuale si produce)
  5. La definizione di un programma di riconversione impiantistica industriale (incoraggiare le pratiche del vuoto a rendere, disincentivare quelle del vuoto a perdere
  6. Creazione di centri per il riuso e il riciclo

Il fatto che oltre 200 comuni italiani abbiano già adottato tale strategia ne dimostra la fattibilità pratica.
 

Testo approvato democraticamente dall’Assemblea Permanente del Partito Pirata il 16/11/2015 con risoluzione 6127

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Flattr this!