Privacy e lotta all’evasione: ecco GNU/Taler

Privacy e lotta all’evasione: ecco GNU/Taler

Quella a tutela della privacy è da sempre una delle battaglie che maggiormente caratterizza non solo il Partito Pirata (Falkvinge l’ha collocata al primo posto della sua Pirate Wheel), ma più in generale l’universo hacker. E se in campo informatico i problemi possono apparire evidenti anche a chi non mastica troppo la materia, in ambito economico il tutto è più complicato, dato che ormai, come ha fatto notare Marco Calamari su Punto Informatico,

Il denaro contante è invece considerato ormai solo uno strumento di illegalità e un ausilio per i disonesti. (…)

Altrettanto innegabile, d’altronde, è il fatto che il problema dell’evasione fiscale esiste, e l’Italia detiene in questo un poco invidiabile primato. Finora, comunque, le politiche di contrasto all’evasione fiscale hanno sempre ruotato principalmente attorno ad un punto: la limitazione dell’uso del contante, a favore dei metodi di pagamento elettronici come Bancomat, carte di credito etc. E se i risultati, sul piano del contrasto all’evasione, non sono stati esaltanti, un risultato indubbiamente raggiunto da tali politiche è stato quello di aver diminuito di parecchio la privacy dei cittadini.

La buona notizia, ancora una volta, proviene dal mondo del Software Libero, e riguarda la creazione di GNU/Taler (acronimo di Taxable Anonymous Libre Electronic Reserve), un sistema di pagamento elettronico (attualmente in fase sperimentale) pensato appositamente per coniugare queste due esigenze (tutela della privacy e lotta all’evasione), finora considerate inconciliabili. Il meccanismo Taler implica la trasparenza fiscale da parte del commerciante che riceve denaro mentre permette l’anonimato del cliente che li spende.

Come si legge sul sito, Taler è 

  • Tassabile. Gli introiti sono trasparenti, perciò è facile per i governi controllare le dichiarazioni al fisco, e dunque non incentiva usi illeciti.
  • Anonimo. Quando il cliente paga usando Taler, la sua identità non viene rivelata al venditore. Anche la banca, il governo e la ufficio cambi non sanno come vengono spesi i soldi elettronici. Comunque, se necessario, è possibile dimostrante durante un processo di aver pagato.
  • Libero. Il progetto Taler vede tra i suoi promotori Richard Stallman in persona. Si tratta di un Software Libero, migliorabile da chiunque ne abbia la competenza tecnica e la volontà.
  • Elettronico. Taler è progettato per funzionare su Internet. Usando un cosiddetto protocollo RESTful su HTTP o HTTPS, Taler è facile da integrare con applicazioni web già esistenti. Ad oggi esiste una demo, consistente in un addon per Chrome e Firefox.
  • Riserva. Taler non è una nuova valuta, bensì un sistema di pagamento elettronico. La sua ufficio cambi funziona come una riserva, ossia un tramite che fa corrispondere gettoni criptati a vere valute come Euro, Dollaro Americano o anche Bitcoin.

Taler visto dal cliente

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Flattr this!